Nadia Antonaci: Una donna nel CdA di Coopfond

In funzione delle competenze e dell’ esperienze maturate ho svolto incarichi di docente nell’ ambito della formazione professionale in materia di “Gestione di Cooperative” e del corso di riqualificazione professionale per “Operatore socio sanitario”. Nel rinnovato Consiglio di Amministrazione di Coopfond è entrata Nadia Antonaci, Presidente della cooperativa pugliese Spazi Nuovi.

Mi chiamo Nadia Antonaci, sono Assistente Sociale Esperta, vivo a Bari e lavoro nella Cooperativa Sociale Spazi Nuovi che si occupa della gestione di strutture di riabilitazione psichiatrica, settore nel quale la Cooperativa è specializzata.

Dal 1985 ho intrapreso un rapporto di lavoro con la Cooperativa Sociale Spazi Nuovi entrando a far parte della compagine societaria. Partecipando attivamente alla gestione della cooperativa ho ricoperto la funzione di Operatore Polivalente in una delle strutture di riabilitazione psichiatrica gestite dalla stessa e, dal 1990, rivesto la funzione di Dirigente della cooperativa.

In considerazione delle riconosciute capacità, professionalità e dell’ esperienza maturata attraverso la partecipazione attiva alla gestione e alle scelte decisionali della Cooperativa, mi sono stati attribuiti dal 1990 ad oggi i seguenti incarichi:
- Presidente del Consiglio di Amministrazione con ampi poteri di rappresentanza e di gestione dal 1990 al 2000;
- Direttora Generale dal 2001 al 2005;
- Direttora Provinciale con procura speciale alla rappresentanza e alla gestione della Cooperativa con riguardo all’ attività svolta nella Provincia di Bari dal 2006 a tutt’ oggi;
- Presidente del Consiglio di Amministrazione dal 2007 a tutt’ oggi.
Il risultato dell’ impegno profuso non solo dalla mia persona ma anche dalle colleghe dirigenti componenti il management, in più di vent’ anni di attività, è rappresentato dal fatto che oggi la Cooperativa Sociale Spazi Nuovi, oltre ad essere una cooperativa specializzata e leader nel settore della Riabilitazione Psichiatrica, è anche una società che occupa stabilmente più di novanta lavoratori.
Gli obiettivi raggiunti sono soprattutto frutto della condivisione delle scelte, oltre che del reciproco riconoscimento delle competenze di ognuna, che rappresentano l’ asse portante di un percorso lavorativo “tutto al femminile” grazie al quale è avvenuta la crescita e la realizzazione professionale di un gruppo di “ragazze” oggi donne dirigenti di impresa.
Dal 1992 ad oggi rappresento il Coordinamento degli Enti gestori delle Strutture di Riabilitazione Psichiatrica nei gruppi di lavoro costituiti dall’ Assessorato Regionale alla Sanità ogniqualvolta si renda necessario legiferare e regolamentare il settore della Riabilitazione Psichiatrica.
Nel 1989-1990 ho svolto una breve esperienza lavorativa nel servizio pubblico ricoprendo un incarico provvisorio di Assistente Sociale presso il Servizio di Salute Mentale della Unità Sanitaria Locale TA/2.
Dal 1996 al 2000 ho coordinato la definizione e la realizzazione dei progetti ex Legge 125/91 che la Cooperativa Sociale Spazi Nuovi ha elaborato e attuato all’ interno di un percorso stabile di riflessione sulle problematiche legate al rapporto tra psichiatria e differenza di genere, centrando l’ attenzione sulle problematiche del lavoro di caring, sulla definizione e sperimentazione di un modello di relazione di aiuto che faccia del vissuto femminile un elemento significante.